fbpx

Google anticipa Apple e permette l’utilizzo sul Play Store di altri sistemi di pagamento diversi da quelli proprietari della piattaforma. Una rivoluzione vera e propria che permetterà ad esempio a Spotify, la prima ad adottarlo, di far utilizzare agli utenti piattaforme di pagamento di terze parti.