fbpx

Si tratta della reintroduzione di una vulnerabilità precedentemente risolta, avvenuta nel 2020 a causa di una modifica del codice. Se opportunamente sfruttata può consentire l’esecuzione di codice da remoto e il controllo completo del sistema preso di mira