fbpx

Il CEO di Intel ha definito il suo omologo di NVIDIA “straordinariamente fortunato” per essersi trovato in pole position nella rivoluzione dell’IA, senza concorrenti dopo la chiusura del progetto Larrabee. Da NVIDIA ribattono: altro che fortuna, Intel non ha avuto visione.