fbpx

Il buco nero M87* (al centro dell’omonima galassia) ha riservato nuove sorprese grazie a una serie di dati raccolti tra il 2009 e il 2013 e non utilizzati in precedenza. Ora si potranno migliorare i modelli legati al disco di accrescimento.