fbpx

Alcuni fra gli streamer più famosi della piattaforma di proprietà di Amazon hanno spento le telecamere in protesta contro gli attacchi di odio che sempre colpiscono i twitcher meno famosi e meno difesi