fbpx

L’Università del Michigan potrebbe aver trovato una soluzione per rendere utilizzabili le promettenti batterie litio-zolfo. Una nuova membrana di ispirazione biologica le rende più durature